loader image

la Pagina Sportiva

Intervista a Francesca Porcellato

today11 Febbraio 2021 12

Background

FRANCESCA PORCELLATO LA CAMPIONESSA PARAOLIMPICA TUTTA DI UN PEZZO
(E’ in ritiro alle Isole Canarie e si sta preparando per i Giochi paraolimpici di Tokyo di quest’anno)

Una grinta da vendere, di quelle che ti fanno sorridere alla vita, Francesca Porcellato atleta eclettica è fatta così, prendere o lasciare. Quando l’ha intervisti, ti lascia una carica enorme e ti riappropri del giornalismo a 360 gradi. Francesca è nata a Castelfranco Veneto il 5 settembre 1970 ma vive da tempo, nel nostro veronese. Ora è a Formentera, beata lei, al caldo delle Canarie a sudare duro in vista dei prossimi Giochi paraolimpici a Tokyo, Covid-19 permettendo.
“Sto cercando di prepararmi al meglio per Tokyo” dice la Porcellato che aggiunge:”Qui alle Canarie fa caldo ma le giornate volano allenandomi, nella quiete di questo posto meraviglioso, stando però attenta al virus che sta colpendo anche qui con circa 100 casi accertati”.
A sei anni ha ricevuto una sedia a rotelle. Prima camminava con i tutori e un piccolo deambulatore. La prima volta che ha percorsa da sola il tragitto fino a scuola è stata una dose massiccia di libertà ma quando si e seduta il primo pensiero è stato di fare volare la sedia a rotelle lontano.
Ma con il passare degli anni è entrato forte nella sua testa un tarlo che non voleva piu andarsene: diventare un atleta. E’ da allora Francesca non si è più fermata, credendo a fondo nelle sue possibilità e contando solo ed esclusivamente su se stessa. Oggi la campionessa mondiale vanta nel suo palmares in dieci edizioni dei Giochi paraolimpici estivi ed invernali 13 medaglie cimentandosi in tre differenti specialità:Atletica il primo amore, lo sci di fondo e l’attuale handbike dove si allena quotidianamente piu di 6 ore al giorno.
“Non c’è una disciplina che preferisco”continua:”Tutte e tre mi hanno fatto crescere come donna e come atleta, regalandomi delle emozioni indescrivibili. Ho avuto modo di confrontarmi con me stessa, di sondare le mie potenzialità, di affrontare gioie e dolori, sempre dicendomi che potevo farcela. Se ti metti in testa qualcosa che vuoi veramente, con sacrificio e costanza lo puoi raggiungere, credimi. Certo in gara devi cimentarti in prove ardue e difficili e sopratutto con la forza dei tuoi avversari, ma ne viene fuori con la soddisfazione di aver dato tutto. Una cosa bellissima”. Francesca Porcellato è ora concentrata su un unico obiettivo fare bene a Tokyo. Siamo certi che è sulla buona strada.

( Roberto Pintore)

Written by: redazione_sport

Rate it

Previous post



NEWSLETTER

Iscriviti ora e ricevi i nostri aggiornamenti


UNA VOCE PER LA GENTE


Ascolta Radio Studio Verona sul Tuo Smartphone
Ascolta Radio Studio Verona sul Tuo Smartphone
RADIO STUDIO VERONA