loader image

la Pagina Sportiva

Sara Simeoni

today15 Aprile 2021 12

Background

RIVOLI

SARA SIMEONI L’ATLETA DEL CENTENARIO DEL CONI

(HA FESTEGGIATO IL SUO COMPLEANNO AD APRILE COMPIENDO 68 ANNI)

Sono passati 7 anni da quando l’ex campionessa di salto in alto di Rivoli Veronese, Sara Simeoni è stata inseguita assieme ad Alberto Tomba del prestigioso titolo di atleta del Centenario dal Coni. Titolo che scadrà nel lontanissimo 2114. Intanto Sara insegna ai suoi studenti di non accontentarsi mai e di puntare sempre in alto. E’ docente di Scienze Motorie alle Scuole Medie. “Non accontentatevi mai di risultati, ma alzate sempre l’asticella della vita” ha detto. Uno spirito combattivo che fin da adolescente l’ha sempre accompagnata. Il salto in alto gli ha dato tanto, facendo scoprire, con le sue imprese, nell’olimpo dello sport mondiale. Lei con generosità e modestia è andata avanti, facendo anno dopo, un passettino alla volta.

Ha vinto la medaglia d’oro di salto in alto alle Olimpiadi di Mosca nel 1980, e la medaglia d’argento sia ai Giochi di Montreal nel 1976 che a Los Angeles nel 1984. Impossibile citare tutti i singoli titoli conquistati nelle varie gare nazionali che ha disputato, sono davvero tantissimi. Per quanto riguarda i record Sara è stata primatista mondiale dal 1978 al 1982 con 2 metri e 01 è stata primatista italiana per ben 36 anni al 1971 al 2007. Ha partecipato a 4 Olimpiadi ed a Los Angeles 84′ è stata anche porta bandiera italiana. E’ stata scelta anche come portabandiera a Torino 86′ nella cerimonia di chiusura alle Olimpiadi Invernali.

Da bambina non pensavo all’atletica ma volevo diventare una ballerina”, e non a caso la prima disciplina in cui si cimenta è la danza. A 13 a causa della sua statura troppo alta lascia la danza per passare alla corsa che aveva visto in tv ma non era il suo forte. Comincia così a fare qualche gara di salto in alto e ben presto scopre la sua strada.

Un anno dopo l’allena il prof. Walter Bragagnolo che ha introdotto nel nostro paese il famoso salto alla Fosbory. Ovvero lo scavalcamento dorsale saltando a pancia in su. Come siamo chiamati a vedere ancora oggi.

I primati di Sara migliorano ogni anno di dieci centimetri in dieci centimetri, infatti all’età di 15 anni salta superando l’asta a 1 e 55 a 1 e 65 ed all’età di 17 anni stabilisce il nuovo primato italiano a 1.75. Poi Sara non si ferma più volando quasi letteralmente nel cielo, migliorando di volta in volta i suoi record.

Un concentrato di energia e temperamento che insegna ai nostri giovani sportivi e non, che nessun ostacolo è impossibile, basta crederci.

RP

Written by: redazione_sport

Rate it

Previous post



NEWSLETTER

Iscriviti ora e ricevi i nostri aggiornamenti


UNA VOCE PER LA GENTE


Ascolta Radio Studio Verona sul Tuo Smartphone
Ascolta Radio Studio Verona sul Tuo Smartphone
RADIO STUDIO VERONA